La letizia dei Windsor

Pare che la felicità non sia per nulla cieca e ritrovi strade già battute. È la riflessione che viene spontanea pensando ai Windsor e alle gioie che la famiglia reale inglese sta conoscendo: matrimoni, nascite, importanti genetliaci, hanno accompagnato accompagnano e accompagneranno il passato, il presente e il futuro di Buckingham Palace.

D’altronde, dopo il 1992, definito dalla stessa sovrana annus horribilis, e la crisi seguita alla morte di Diana, la monarchia inglese è risorta e gode ottima salute, grazie anche alla coriacea Elisabetta, sempre presente e sempre impeccabile. Che sia un buon auspicio in vista della Brexit? Pochi giorni fa Eugenia, cugina di William ed Harry e figlia di Andrew e Sara è convolata a nozze con Jack Brooksbank nella cappella del castello di Windsor, proprio dove a maggio si è sposato il cugino Harry. Il matrimonio della duchessina di York non ha avuto lo stesso clamore e lo stesso successo di quello del cugino, ma è stato ugualmente sentito e partecipato.

La sposa, avvezza a look eccessivi, ha scelto un abito dello stilista inglese, anche se di origine italiana, Peter Pilotto, anch’egli noto per i look coloratissimi ed eccentrici, ma l’abito nuziale era sin troppo sobrio, elegante e raffinato. Unica concessione era la scollatura forse un po’ troppo profonda sulla schiena, ma la scelta è stata perdonabilissima e comprensibile, oltre che coraggiosa e piena di significato: in questo modo Eugenia ha mostrato la cicatrice che le ha lasciato un doloroso intervento alla colonna vertebrale cui si è dovuta sottoporre quando aveva solo 12 anni.

Un atto di coraggio che è un invito a tutte le ragazze che non sono o non si trovano perfette ad andare avanti perché si può e si deve comunque vivere la propria vita con solarità e speranza, perché nessuno di noi deve essere identificato o identificarsi coi propri difetti. All’ingresso della chiesa accompagnata dal padre Andrea, la sposa è stata accolta dallo sposo che le ha sussurrato “Sei perfetta!”, visibilmente emozionato. Tra gli ospiti il gotha del mondo dello spettacolo, anche se alla fine, per precedenti impegni, hanno dovuto dare forfait i Clooney, occupati in America. C’erano però Naomi Campbell, Kate Moss, Robbie Williams e il nostro Andrea Bocelli che ha incantato tutti intonando l’Ave Maria di Gounod.

Tra gli ospiti, l’intera famiglia reale tranne Camilla, assente per improrogabili impegni, e, forse grazie alla magia dell’evento, Filippo e la regina Elisabetta, sempre perfetta, hanno mostrato un riavvicinamento a Sara Ferguson, mamma della sposa e mai accettata a corte, ma che alle nozze è stata quasi sempre vicina alla Regina, con la quale si è scambiata sorrisi e atteggiamenti complici. Magia dei matrimoni!

Terminata la cerimonia gli sposi hanno fatto il giro del paese di Windsor circondati da tanta gente, anche se non c’erano le ali di folla regalate a Harry e Meghan, prima di dare inizio ai festeggiamenti. Si è iniziato con un cocktail offerto dalla Regina, a base di ottimo champagne e raffinate tartine cui è seguito il pranzo ufficiale di gala organizzato da Buckingham Palace. In serata, 3oo ospiti sono andati a concludere i festeggiamenti al Royal Lodge di Windsor dove vivono i genitori della sposa e dove per tutta la notte si è festeggiato mangiando pizza e facendo il Karaoke con Robbie Williams, che, intervenuto con tutta la famiglia, si è trasformato in un karaoke vivente.

Tutto secondo tradizione, con amore, coraggio e tanto divertimento. Kate Middleton, che  indossava un abito già sfoggiato al Trooping the colors, si è dedicata a quella che pare essere la sua attività ormai ad ogni matrimonio: la gestione di paggetti e damigelle, tra cui i suoi figli George e Charlotte. Proprio i principini hanno dato spettacolo: Charlotte ormai è una professionista e anche al matrimonio della cugina in autonomia ha salutato la folla e si è mostrata ai fotografi come una diva consumata. Il fratello George invece ha giocato con gli altri paggetti senza nascondere qualche momento di noia e qualche sbadiglio. La figlia di Robbie Williams avrebbe addirittura chiesto a Sara se fosse lei la regina!

Meghan ha fatto chiacchierare per il suo aspetto un po’ dimesso, troppo prudente e attento, tanto che molti hanno colto nei suoi gesti la prova della sua prima gravidanza. E infatti, poche ore dopo la cerimonia, Kensington Palace ha dato l’annuncio ufficiale: la duchessa del Sussex è incinta. Il bambino nascerà a primavera e sarà l’ennesima gioia per i Windsor, anche perché pare sia sotto gli occhi di tutti che nonna Elisabetta predilige Harry agli altri nipoti. È intervenuta anche Pippa, sorella di Kate, agli ultimi giorni di gravidanza e infatti il bambino è nato poche ore dopo le nozze di Eugenia: Kate e William si sono detti “entusiasti”.

Insomma: giovani, belli, moderni, ma con quel pizzico di etichetta che ci fa ancora sognare e credere nelle favole, ogni giorno capiamo perché i Windsor restano sulla breccia e ci fanno tornare in mente una canzone di Baglioni: “Viva viva viva l’Inghilterra/ ma perché non sono nato là”.


Claudia Culiersi, giornalista, conduce la trasmissione informativa musicale Music Box insieme a Lucia Marches, in onda su Ciao Radio la domenica dalle 9.30 alle 10.30.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *