Le Giornate del Cinema Muto: intervista al direttore Jay Weissberg

Si sta svolgendo in questi giorni il Festival del Cinema Muto di Pordenone volto a celebrare l’epoca d’oro della Settima Arte.

Le Giornate del Cinema Muto è una rassegna organizzata dalla Cineteca del Friuli con una lunga storia che parte dal 1982, anno della sua prima edizione. Questa 39esima non sarà come le altre, a causa dell’emergenza sanitaria che ancora stiamo attraversando, ma nonostante le circostanze difficili il Festival non si è fermato confermando la sua presenza online.

Le Giornate del Cinema Muto sono approdate infatti in streaming in collaborazione con la piattaforma MYmovies e si svolgono fino al 10 ottobre 2020 con ben 11 programmi, una variegata scelta tra lungometraggi, cortometraggi, masterclass e presentazioni.

Un appuntamento unico per riscoprire gli albori del cinema, la sua eleganza estetica ma non solo, Le Giornate del Cinema Muto ci portano in posti lontani dandoci la possibilità di conoscere la storia per comprendere meglio la nostra contemporaneità.

Altra protagonista indiscussa è la musica che accompagna le pellicole grazie a magiche partiture composte da musicisti provenienti da tutto il Mondo.

Per informazioni: http://www.giornatedelcinemamuto.it/en/

Ecco cosa ha raccontato in collegamento telefonico con Caffè Scorretto Jay Weissberg, direttore del Festival:


Chiara Callegari, giornalista, conduce la trasmissione Caffè Scorretto in onda su Ciao Radio il sabato alle 19.00. Su Facebook la trovate QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *