[Libri] Le spose sepolte: intervista a Marilù Oliva

Lunedì 5 marzo alle 18.00 presso la Libreria Coop Ambasciatori (via degli Orefici, 19 a Bologna) la scrittrice Marilù Oliva, in occasione dell’uscita del suo nuovo libro LE SPOSE SEPOLTE (Harper Collins), presenterà il libro insieme a Romano de Marco, con le letture di Andrea Giuntini.

Il thriller affronta temi quanto mai attuali come il femminicidio, la giustizia “fai da te”, la discriminazione di genere e spinge il lettore a porsi numerose domande.

In “Le spose sepolte” conosceremo un serial killer molto particolare, perché ha scelto di uccidere gli uomini che hanno ammazzato le mogli e nascosto talmente bene il fatto da essere riusciti a passarla liscia. Ovviamente, non prima di averli fatti confessare e aver consentito il ritrovamento dei cadaveri.

In attesa di incontrare dal vivo la scrittrice, le abbiamo rivolto alcune domande e chiesto curiosità sul libro. Ecco il podcast della nostra intervista per chi avesse perso la diretta.

Trama del libro

Dove sono finite quelle donne misteriosamente sparite da anni, mogli e madri di cui i mariti sostengono di non sapere nulla?

Uno dopo l’altro, i loro corpi vengono ritrovati grazie a un killer implacabile che costringe chi le ha fatte scomparire a confessare dove si trovano le loro ossa e poi uccide i colpevoli, sempre assolti dai tribunali per mancanza di prove. Il rituale è feroce e spietato: l’assassino vuole così rendere giustizia alle spose sepolte. I pochi indizi lasciati sulla scena del crimine conducono a un piccolo paese, Monterocca, soprannominato la Città delle Donne, un territorio nell’Appennino bolognese circoscritto da mura ed elementi naturali, governato da una giunta completamente al femminile. Il team investigativo, in cui spicca la giovane ispettrice Micol Medici, si trova catapultato in una realtà di provincia quasi isolata dal mondo, con una natura montana che fa da contorno e molti misteri avvolti nella nebbia. Un inquietante enigma conduce gli inquirenti al Centro Studi Rita, un’azienda farmaceutica che sta sintetizzando un anestetico speciale: lo stesso utilizzato dal serial killer come siero della verità per far confessare i colpevoli. Ma quanti altri segreti si nascondono dentro i confini del piccolo paese? Solo Micol ha l’innata capacità di scoprirli, anche se questo potrebbe costarle la vita…

Autrice

Risultati immagini per marilu olivaMarilù Oliva è nata a Bologna, è scrittrice e insegna lettere alle superiori. Autrice di due trilogie noir, ha vinto il Premio dei Lettori Scerbanenco con Questo libro non esiste (2016).

Si occupa da sempre di questioni di genere. Ha curato le antologie Nessuna più – 40 autori contro il femminicidio e Il mestiere più antico del mondo? entrambe patrocinate da Telefono Rosa.

È caporedattrice di Libroguerriero.it e cura un blog su Huffington Post.


Erika Zini, giornalista, conduce trasmissioni informative sui libri e speciali con interviste agli autori su Ciao Radio e DI.TV. Parla di libri anche sul suo blog Wonderful Monster.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *